LA FORMULA SEGRETA


UN SAPERE SUPERIORE


La ricetta di Amaro Montenegro prevede l’utilizzo di 40 erbe aromatiche e
un complesso procedimento di estrazione e miscelazione che rendono
il prodotto unico e inimitabile. Proprio per proteggere la ricetta dalle imitazioni,
il fondatore Stanislao Cobianchi scelse di conservare l’originale, trascritto
di suo pugno, in cassaforte. Dalla selezione della materia prima, passando per 
l’estrazione, fino al “blending”, è un lungo e articolato percorso, le cui tappe
sono state rispettate per generazioni. Ancora oggi gli ingredienti, le dosi e
i processi di lavorazione sono gli stessi, gelosamente custoditi in azienda da
pochissime persone tra cui il Master Herbalist, il quale ha il compito di
controllare che ogni passaggio sia compiuto a regola d’arte, nel rispetto della
ricetta originale trascritta da Stanislao Cobianchi.
Seguiamo questo affascinante viaggio…

LE 40 ERBE


Per realizzare Amaro Montenegro si selezionano 40 erbe aromatiche, in particolare
spezie, frutta essiccata, radici, semi, cortecce, scorze di agrumi, rizomi, fiori e legni
provenienti dai quattro angoli del mondo.

Ecco alcune delle erbe che determinano le 3 componenti aromatiche

LE 7 NOTE


Ciascuna nota aromatica si caratterizza per un particolare profilo sensoriale.

Colore: marrone intenso con sfumature brunite di caffè e riflessi olivastri.
Olfatto: spiccate note erbacee che portano alla memoria l’erba essiccata e
la maggiorana, arricchite da sensazioni di spezie dolci, cacao e prugna cotta.
Gusto: il sorso è ricco, con un finale amaricante.
Colore: intensamente dorato con nuance paglierine sugli orli
Olfatto: intense note floreali come zagara e camomilla che evolvono in delicati equilibri speziati di macis e coriandolo.
Gusto: al palato si presenta teso e caldo, elegantemente corposo e ammandorlato in uscita di bocca
Colore: marrone chiaro con sfumature nocciola e riflessi ambrati.
Olfatto: persistenti note di frutta matura, mallo di noce e cioccolato che evolvono in sensazioni dolci di miele di castagno, incenso e caramello.
Gusto: il sorso è pieno con una spiccata ruvidità e evoluzioni di legno tostato sul finale.
Colore: splendidi riflessi cristallini su sfondo trasparente.
Olfatto: presenta un naso complesso di fresche erbe di montagna e percezioni balsamiche di menta e resina.
Gusto: sorso caldo e morbido, dal sapore delicato di anice.
Colore: profondo mogano con iridescenze aranciate sull’esterno del calice.
Olfatto: note dolci e aromatiche di baccello di vaniglia, spezie orientali e sandalo che proseguono in sensazioni complesse di confetture di piccoli frutti rossi.
Gusto: sorso piacevolmente ruvido con ricordi di legno e sottobosco bilanciato da una nota fresca e intrigante.
Colore: legno di castagno tostato su orli giallo zafferano.
Olfatto: sensazioni di frutta tropicale e agrumi lasciano spazio ad intense note speziate di noce moscata e chiodi di garofano.
Gusto: sorso pungente e sapido con morbide percezioni aromatiche calde ed erbacee.


SCOPRI LA SETTIMA NOTA

IL PREMIO


La settima nota, risultato della micro-distillazione di 5 erbe aromatiche,
la cui intensità è tale che ne basta una sola goccia in ogni bottiglia
(1 litro ogni 15.000) per completare la ricetta.

I PRINCIPALI PASSAGGI
DEL PROCESSO PRODUTTIVO